Figline:Comune, AER e scuola per l’educazione ambientale

L’assessorato alla Pubblica Istruzione e l’assessorato all’ambiente del Comune di Figline Valdarno hanno intrapreso, insieme ad AER SpA ed alla Direzione Didattica un progetto educativo, rivolto agli alunni delle terze e quarte della scuola primaria, dedicato alla educazione ambientale.

L’iniziativa nasce dalla volontà condivisa di sensibilizzare le giovanissime generazioni sull’importanza dello sviluppo sostenibile e, in particolare, sulle corrette procedure per la raccolta differenziata.

Così, l’offerta formativa per l’anno scolastico 2008/09 messa a punto dalla Direzione Didattica ha integrato l’iniziativa all’interno del proprio progetto di educazione ambientale e la AER SpA ha messo a disposizione il proprio personale per illustrare a 176 bambini le buone pratiche ambientali e la gestione del ciclo dei rifiuti.

Grande soddisfazione per la messa a punto del progetto, che vedrà il via tra pochi giorni, è stata espressa dall’Assessore alla Pubblica Istruzione, Patrizia Campanelli, e dall’Assessore all’ambiente Gino Calvani. “Insegnare ai bambini il rispetto per l’ambiente ed il modo più sostenibile per smaltire i rifiuti – si legge in una nota congiunta – significa affrontare il problema alla radice. Quello della gestione dei rifiuti è un problema che ci riguarda tutti ma che, soprattutto, riguarda i nostri bambini. Il futuro è loro e ci sembra giusto dargli tutti gli strumenti affinché la loro generazione abbia con l’ambiente un rapporto migliore di quello che ha avuto la nostra generazione”.

 

Annunci

1 Response to “Figline:Comune, AER e scuola per l’educazione ambientale”


  1. 1 David dicembre 19, 2008 alle 4:48 pm

    Finalmente un esempio che vuol partire dal basso, dal piccolo, per il nostro ambiente.
    Se il nuovo programma Gelmini per la scuola sta scatenando davvero molte polemiche, bisogna comunque riconoscerle l’intento e il tentativo di inserire l’educazione ambientale a scuola
    Persino il wwf, sul suo sito, aveva tempo fa aprpovato la richiesta del ministro Gelmini di fare diventare l’educazione ambientale un insegnamento obbligatorio, sostenendo che gli studenti andrebbero coinvolti in percorsi di studio che favoriscano l’acquisizione di criteri per l’apprendimento di una forma mentis verso lo sviluppo sostenibile ed ecosolidale, e per il rispetto del nostro pianeta. E, per quanto dettato da altri intenti, altre inziative in questa direzione sono state messe in atto. Ad esempio l’Eni diPaolo Scaroni, all’interno del progetto con l’associazione osservatorio permanente giovani editori. All’interno di un programma articolato e dedicato ai giovani, l’azienda è infatti più volte intervenuta per approfondire i temi riguardanti il futuro dell’energia e per rendere gli studenti più consapevoli dei prossimi scenari.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Valdarnotizie

Questo blog raccoglie notizie sul Valdarno aretino e fiorentino.Il tentativo è quello di creare uno spazio dove i residenti possano trovare informazioni di loro interesse. Tutti voi potete collaborare inviando le vostre segnalazioni. Tutto quello che voi ritenete interessante, lo sarà sicuramente anche per gli altri :-)

invia una e-mail
valdarnotizie@gmail.com

Feed

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Licenza

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Questo è un Urban Blog! Valdarno BlogItalia.it - La directory italiana dei blog




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: