Assegno di maternità erogato dal Comune di Cavriglia anno 2010

È un contributo economico a sostegno della maternità.
Possono richiederlo le cittadine italiane, comunitarie o extra-comunitarie residenti a Prato, che hanno partorito, adottato o ricevuto in affidamento preadottivo, un bambino.
L’importo complessivo dell’assegno per l’anno 2010 (ai sensi dell’art. 74 della legge 26 marzo 2001 n. 151), se spettante nella misura intera, è di € 311,27 per 5 mensilità; per le domande relative al medesimo anno, il valore dell’indicatore della situazione economica (Ise), con riferimento a nuclei familiari composti da tre componenti, deve essere inferiore a € 32.448,22
Le madri, al momento della richiesta, devono avere le seguenti caratteristiche:

– essere residenti nel Comune di Cavriglia;
– non beneficiare di alcun trattamento previdenziale di maternità oppure percepire un trattamento previdenziale (astensione obbligatoria di maternità erogata dall’Inps o altro ente previdenziale) di importo inferiore a quello erogato dal Comune (per l’anno in corso euro 1556,35);
– cittadine comunitarie: avere l’iscrizione anagrafica;
– cittadine extracomunitarie: essere in possesso del permesso CE per soggiornanti di lungo periodo (ex carta di soggiorno) o titolari di carta di soggiorno per familiari di cittadini UE. In fase di richiesta del permesso la domanda rimane sospesa (per massimo 6 mesi dalla nascita del bambino) fino alla presentazione del titolo di soggiorno;
– cittadine extracomunitarie in possesso dello status di rifugiate politiche: non necessitano del permesso CE per soggiornanti di lungo periodo poichè equiparate, in questo caso, alle cittadine italiane.
Per avere diritto all’assegno occorre anche che il nucleo familiare abbia una situazione economica familiare ISE che non superi determinati valori. L’ISE è l’Indicatore di Situazione Economica, che viene calcolato tenendo conto del reddito e della situazione patrimoniale della famiglia.
Per nuclei di 3 persone l’ISE deve essere minore di € 32.448,22; per i nuclei con un numero di persone diverso, il valore va riparametrato e le modalità di calcolo sono indicate nell’Allegato A del Decreto Min. Solid. Sociale n. 452 del 21.12.2000
Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda
Per la compilazione della dichiarazione sostitutiva unica e dell’attestazione ISE il cittadino deve rivolgersi ad un Caaf o ad un Patronato convenzionato, prenotando telefonicamente. Il servizio è gratuito.
Alla domanda di assegno di maternità relativa al 2010 deve essere allegata l’attestazione ISE del 2009, per tale motivo si invitano gli utenti a presentare la domanda solo quando sarà disponibile l’ISE 2009.
La domanda deve essere presentata al Comune di residenza entro 6 mesi dalla data di nascita del figlio o dal suo ingresso nella famiglia anagrafica, per i casi di adozione o affidamento preadottivo, e può essere presentata a mano all’Ufficio Protocollo del Comune di Cavriglia – Viale Principe di Piemonte, 9 spedita per raccomandata A.R. (in tal caso farà fede il timbro dell’Ufficio Postale)
Documenti da presentare:
– Modulo di domanda (disponibile presso l’Ufficio Servizi Sociali);
– Fotocopia di un documento di identità valido: carta d’identità, patente guida, passaporto;
– Per le cittadine extra-comunitarie: permesso CE per soggiornanti di lungo periodo (ex carta di soggiorno) o ricevuta della richiesta o carta di soggiorno per i familiari di cittadini UE;
– Per le cittadine comunitarie: certificato di iscrizione anagrafica;
– Dichiarazione sostitutiva unica relativa ai redditi dell’anno precedente;
– Attestazione Ise dell’anno precedente.
A chi rivolgersi
Ufficio Servizi Sociali

Assegno nucleo familiare con almeno tre figli minori anno 2010
Dal gennaio 2010, i cittadini stranieri titolari dello status di rifugiati politici e di protezione sussidiaria possono richiedere ai Comuni l’assegno per il nucleo familiare con almeno tre figli minori.
E’ un contributo economico annuale a sostegno dei nuclei familiari in cui sono presenti almeno tre figli minori di 18 anni.
L’importo massimo dell’assegno da corrispondere agli aventi diritto per l’anno 2010, se spettante nella misura intera, è pari a € 129,79 per 13 mensilità.
Possono richiedere il contributo i cittadini italiani o comunitari, residenti nel Comune di Cavriglia che convivono con tre o più figli minori che siano figli della persona richiedente, del coniuge o ricevuti in affidamento preadottivo.
Dal gennaio 2010, l’assegno viene riconosciuto anche ai cittadini stranieri titolari dello status di rifugiati politici e di protezione sussidiaria.
A chi è rivolto
I genitori devono possedere le seguenti caratteristiche:
– essere residenti nel Comune di Cavriglia;
– avere un nucleo familiare composto da almeno tre figli minori di 18 anni;
– cittadini comunitari: iscrizione anagrafica;
– cittadini stranieri: status di rifugiati politici e di protezione sussidiaria;
– avere una situazione economica familiare ISE che non superi determinati valori:
– per nuclei di 5 persone (3 figli minori) l’ISE deve essere minore di € € 23.362,70.
– per i nuclei con diversa composizione le operazioni di riparametrazione dell’ISE e il calcolo della misura delle prestazioni da erogare sono effettuati con le procedure dell’allegato A Decreto Min. Solid. Sociale n. 452 del 21.12.2000
L’ISE è l’Indicatore di Situazione Economica, che viene calcolato tenendo conto del reddito e della situazione patrimoniale.
Come si ottiene
Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda
Per la compilazione della dichiarazione sostitutiva unica e dell’attestazione ISE il cittadino deve rivolgersi ad un Caaf o ad un Patronato convenzionato, prenotando telefonicamente. Il servizio è gratuito.
Alla domanda di assegno per il nucleo familiare relativa al 2010 deve essere allegata l’attestazione ISE del 2009, per tale motivo si invitano gli utenti a presentare la domanda solo quando sarà disponibile l’ISE 2009.
La domanda deve essere presentata al Comune di residenza entro il termine perentorio del 31 gennaio dell’anno successivo a quello per il quale viene richiesto l’assegno: per ottenere gli assegni relativi all’anno 2010, entro il 31.01.2011.
La domanda, indirizzata al sindaco, può essere presentata a mano o spedita a mezzo raccomandata A.R. all’Ufficio Protocollo del Comune di Cavriglia – Viale Principe di Piemonte, 9(in caso di spedizione fa fede il timbro dell’Ufficio Postale).
La validità è annuale, quindi anche le famiglie che hanno ottenuto il contributo per l’anno precedente devono ripresentare la domanda e tutti i documenti necessari.
Documenti da presentare
– Modulo di domanda (disponibile presso l’Ufficio Servizi Sociali);
– Fotocopia di un documento di identità valido (carta d’identità, patente guida, passaporto);
– Per cittadini comunitari: certificato di iscrizione anagrafica;
– Dichiarazione sostitutiva unica relativa ai redditi dell’anno precedente;
– Attestazione Ise dell’anno precedente;
– Copia della sentenza di separazione in caso di genitori legalmente separati, anche se non più conviventi con l’ex coniuge;
– Copia della sentenza di separazione relativa ad altri soggetti presenti nel nucleo familiare.
Il calcolo dell’assegno viene effettuato sui mesi effettivi in cui si verifica il requisito di almeno tre figli a carico.
Nel caso in cui questo requisito esista per un periodo inferiore ad un anno, l’importo dell’assegno può essere ridotto.
A chi rivolgersi
Ufficio Servizi Sociali

Note
NEL CASO DI VARIAZIONI DELLA SITUAZIONE FAMILIARE
Se nel corso dell’anno per il quale il richiedente domanda gli assegni intervengono variazioni della situazione familiare, dopo che egli ha presentato la domanda e la dichiarazione relativa, valgono le seguenti
regole:
– non hanno alcun effetto le variazioni dei redditi e dei patrimoni posseduti avvenute, dopo la presentazione della domanda, nel corso dell’anno solare per il quale sono stati richiesti gli assegni. Non hanno effetti anche le variazioni dei componenti della famiglia diversi dal genitore richiedente e dai tre minori. Tali variazioni dovranno essere considerate solo in una eventuale successiva domanda;
– se invece varia la composizione del nucleo familiare che dà diritto all’assegno, ossia se nel nucleo viene meno la presenza di almeno uno dei tre minori, perché, ad esempio, il minore non fa più parte della famiglia anagrafica del richiedente o è diventato maggiorenne, la concessione degli assegni è limitata al numero di mesi durante i quali nel nucleo sono stati presenti i tre figli minori.

Annunci

1 Response to “Assegno di maternità erogato dal Comune di Cavriglia anno 2010”



  1. 1 Notizie dai blog su Inps, chiarimenti per assegno di maternità Trackback su maggio 2, 2010 alle 10:30 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Valdarnotizie

Questo blog raccoglie notizie sul Valdarno aretino e fiorentino.Il tentativo è quello di creare uno spazio dove i residenti possano trovare informazioni di loro interesse. Tutti voi potete collaborare inviando le vostre segnalazioni. Tutto quello che voi ritenete interessante, lo sarà sicuramente anche per gli altri :-)

invia una e-mail
valdarnotizie@gmail.com

Feed

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Licenza

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Questo è un Urban Blog! Valdarno BlogItalia.it - La directory italiana dei blog




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: