Archivio per ottobre 2008

The J.H. Orchestra featuring:Giovanni Conversano

Venerdì 31 Ottobre ore 21.30 sarà sul palco del Circolo ARCI Marzocco – di San Giovanni Valdarno, la J.H. Orchestra, big band di venti elementi che riunisce alcuni talenti musicali dell’aretino, con ospite d’eccezione il chitarrista Giovanni Conversano, da trent’anni uno dei più ispirati ambasciatori del folk mediterraneo, capace di fondere le atmosfere del sound partenopeo con il jazz, il pop e la musica colta. A dirigere la J.H. Orchestra, come consuetudine, sarà il M° Sandro Satanassi.

La J. H. Orchestra nasce per volontà di un gruppo di musicisti valdarnesi provenienti da diverse realtà musicali, accomunati dalla volontà di dare vita ad una nuova formazione qualitativamente “importante” ed orientati all’approfondimento dei linguaggi caratteristici dei vari periodi del jazz, spaziando dal mitico sound dell'”Era dello Swing” fino alle armonie ed ai ritmi della sperimentazione.

Giovanni Conversano è nato a Napoli, da sempre luogo d’incrocio delle culture. Dopo una serie di esperienze musicali nella propria regione, nel 1990 si stabilisce in Toscana per approfondire gli studi di chitarra ed entra in contatto con i musicisti jazz del Valdarno. Continua a suonare e a diffondere musica e la cultura della tradizione partenopea e nel frattempo aumentano i progetti e le collaborazioni con jazzisti italiani e non.

Anche il lavoro di compositore e arrangiatore continua registrando diversi album. Negli stessi anni, e tuttora si esibisce con diversi formazioni in Italia e in Europa. Chiaro e virtuoso, passa dalla chitarra acustica all’elettrica, mantenendo un suono caldo e ritmico

Circolo ARCI Marzocco – Centro Musicale Valdarnese “Sonora”
Via Alberti, 7
San Giovanni Valdarno (AR),
ingresso gratuito

Annunci

Presentazione nuova edizione Autumnia

Domani alle ore 12.00 si terrà nella sala del consiglio comunale di Figline Valdarno la presentazione della decima edizione di Autumnia:

ambiente, agricoltura, alimentazione – 8 e 9 novembre 2008

Interverranno tra gli altri: Il sindaco Riccardo Nocentini e l’assessore Caterina Cardi

 

Badia a Ruoti- Pranzo di solidarietà per il Popolo Saharawi

Domenica 26 ottobre si terrà il pranzo di solidarietà con il popolo Saharawi presso l’Abbazia di Badia a Ruoti.

Il ricavato servirà a finanziare la scuola per portatori di handicap di Dajla.

Dal 22 al 29 novembre una delegazione dell’associazione si recherà nei campi profughi per consegnare i soldi delle adozioni a distanza.

Chi fosse interessato a partecipare o a contribuire può inviare una mail all’indirizzo cduque@interfree.it oppure può chiamare il 055/9912708.

Domenica 26 ottobre 2008 al Papposileno-Preserving the italin way

Un inconsueto appuntamento in terra toscana (Cavriglia) tra i due emisferi, Calabria e d Australia.  Enzo Brogi farà da padrone di casa,  i Marasà  ci accompagneranno con la loro musica, e noi penseremo a questo bizzarro binomio gastronomico “calabro australiano”, dal peperoncino al …..canguro! 

Tutto nasce dall’incontro con Peter Demaio, nato in Australia ma di orgogliosissime origine calabresi (Varapodio) ed ormai  cavrigliese adottivo. Personaggio vulanico, grande gourmet innamorato dell’Italia e della terra d’origine dei suoi genitori, ha passato anni a raccogliere e riunire in un godereccio e sapiente libro, la filosofia del conservare i cibi, retaggio italiano ma espressione peculiare della cultura calabrese.

La cosa interessante del libro “preserving the italian way”, oltre quella ci raccogliere direttamente ricette di conserve attraverso il racconto di mamme, nonne e bizzarri  personaggi,  girando in lungo ed in largo l’Italia( anche il Valdarno), è certamente quella che molte delle ricette provengono dalla comunità italiane che vivono all’estero. Comunità che spesso hanno conservato ricette ormai scomparse da generazioni  in Italia.  Oltre al buon cibo, Pietro, forse inconsapevolmente ha preservato un pezzo della cultura e modo di vivere dell’Italia e     mi sembra una ghiotta occasione per passare una serata all’insegna del buon cibo, coniugando , cultura, un po’ di  nostalgia, ed un pizzico di orgoglio  calabro come cittadini del mondo.

Il libro di Pietro Demaio  è stato presentato al salone inglese slow food, Degustibooks di Firenze, ed è presente negli scaffali delle migliori librerie internazionali italiane ed estere, attualmente è stampato  solo in lingua inglese.

A TAVOLA:

CROSTOCINO  DI CANGURO STRACOTTO AL CHIANTI (assaggio)

PANE, FRESE E TARALLI DELLA MONTAGNA SILANA

ROSAMARINA (SARDELLA), SCIUSCIULATTEO, OLIVE, SOTT’OLI E CACIOCAVALLO SILANO

POLPETTE DI MELAZANE E ‘NCHIAMBARE

AGLIO,OLIO E PEPERONCINO ALLA COSENTINA

PASTA E PAPATE AL FORNO

LATTARULU AL MIELE DI FICHI

SELEZIONE VINI CALABRESI

 

COSTO DELLA SERATA 35€ -MAX 50 PERSONE – PRENOTAZIONE CONSIGLIATA

 

 

ENOTECA PAPPAOSILENO PIAZZA A. FRANK, 2 – CAVRIGLIA AREZZO

tel 0555357401 – 3474758003

Castelfranco sopra la media della provincia per la raccolta differenziata

Il comune di Castelfranco di Sopra raggiunge il 35% di raccolta differenziata.

Con l’attivazione dei nuovi servizi di  raccolta dell’organico con cassonetti stradali e con il porta a porta della carta e  cartone il comune supera l’obiettivo previsto dalla legge portandosi al di sopra della media registrata in Provincia di Arezzo che si attesta attorno al 26%. “Questo risultato – commenta il sindaco Rita Papi – è dovuto in larga parte alla partecipazione dei cittadini che hanno apprezzato e condiviso gli sforzi dell’amministrazione.

Negli ultimi mesi sono stati differenziati e quindi avviati a recupero più del 40% dei rifiuti prodotti dalle famiglie e dalle attività produttive. 

Grazie a questo impegno il nostro comune  ha dato un contributo decisivo per il rispetto dell’ambiente, per la riduzione dei rifiuti da conferire in discarica ed ha risparmiato circa 20.000 euro di ecotassa che potranno essere investiti per migliorare il servizio e per interventi di tutela del territorio”.

La Valle dell’Inferno by Luciano- Un’oasi nel valdarno

  

Nel cuore del nostro Valdarno troviamo il residence “La Valle del’Inferno”. Un casolare dell’Ottocento finemente restaurato, si inserisce nella cornice naturalistica della Valle dell’Inferno e di Bandella recentemente diventate riserva naturale. In quest’oasi di pace, popolata da nibbi, poiane ed aironi, immersa nella tipica vegetazione della Valle dell’Arno, il residence diventa luogo ideale per trascorrere una vacanza in perfetta tranquillità.

Il ristorante, sempre arredato con gusto e raffinatezza, offre ricercati menù di pesce fresco o di tipica cucina toscana, accompagnati da vini delle migliori cantine italiane e francesi.

The residence “La Valle dell’Inferno”, a well restored property from the 1800’s has become a natural habitat of “Valle dell’Inferno” and “Bandella“, recently become a natural reservoir.
The peaceful area, populated by nibbi, poiane and aironi, surrounded by the typical vegetation of the Valle dell’Arno, makes the residence an ideal place to spend your holiday.

The restaurant, furnished with taste and detail, offers researched menus of fresh fish or typical tuscan cuisine, followed by great wines from the best Italian and French wine cellars.

Gli appartamenti al suo interno sono ampi e spaziosi, tutti arredati in stile e con materiali pregiati. Nella decorazione ci siamo lasciati trasportare dal fascino dei colori, per le loro virtù terapeutiche: fucsia il colore dell’affermazione e dell’individualità; verde il colore della vitalità e della speranza; giallo il colore dell’amicizia e dell’allegria; blu il colore della calma e della tranquillità; rosa il colore della sensibilità, la dolcezza ed il calore; arancio il colore della fiducia e dell’amore per la vita.

Ogni appartamento è composto da salotto con divano letto, cucina, Tv, camera matrimoniale e bagno con doccia.

The apartments inside are spacious, all furnished with style and quality materials.The decoration represents the fascination of colours, concentrated on their therapeutic meanings: fucsia / the colour of affirmation and individuality; green / the colour of vitality and hope; yellow / the colour of friendship and joy; blue / the colour of calm and tranquillity; pink / the colour of sensibility, sweetness and heat; orange / the colour of confidence and love for life.

Every apartment is composed of a living room with sofa bed, kitchen, Tv, double bedroom and bathroom with shower.

Solo da I’Frasca potrete assaggiare I gustosissimi Stone Crabs che Luciano si fa mandare direttamente dalla Florida.

Gli Stone Crabs vivono a sud ovest dello stato fin giù alle Keys e lungo il Golfo del Messico e pescarli è davvero un lavoro lungo e faticoso perché se pur con movimento più lenti dell’uomo, possono sempre riservare dolorosissimi pizzichi con l’ausilio delle potenti chele.

La loro soffice e gustosissima carne ne fa una specialità davvero imperdibile.

 

La Valle dell’Inferno tel. 0559180031 ifrasca@hotmail.it

 Uscita A1 valdarno – girare a destra e seguire le indicazioni per Levane-Bucine (Loc. Acquaborra)

N.B.- Attenzione al cartello ‘La Valle dell’Inferno by Luciano-

 

 

Mostra fotografica sui Mulini ad acqua

Verrà presentata oggi alle 17,30 presso la Badia di Soffena a Castelfranco di Sopra la ricerca fotografica sui mulini ad acqua del territorio valdarnese curata dai giovani del servizio Civile Arci.

L’esposizione, realizzata con la collaborazione dell’Accademia del Poggio di Montevarchi e con il patrocinio dei comuni di Cavriglia e Terranuova, resterà aperta fino al 16 ottobre con orario dalle ore 9 alle 13.

Per eventuali appuntamenti o visite guidate è possibile contattare l’Ufficio
Cultura del Comune di Castelfranco al Tel. 055 9147725.


Valdarnotizie

Questo blog raccoglie notizie sul Valdarno aretino e fiorentino.Il tentativo è quello di creare uno spazio dove i residenti possano trovare informazioni di loro interesse. Tutti voi potete collaborare inviando le vostre segnalazioni. Tutto quello che voi ritenete interessante, lo sarà sicuramente anche per gli altri :-)

invia una e-mail
valdarnotizie@gmail.com

Feed

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Licenza

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Questo è un Urban Blog! Valdarno BlogItalia.it - La directory italiana dei blog